Yoga, i miei video: pose e canzoni

27 Nov

Ciao a tutti. Come qualcuno forse ha intuito, da un anno la mia passione è lo yoga. Appena posso lo pratico, per me (che sono pigra e ho sempre detestato la palestra) rappresenta un momento da dedicare al mio corpo, ma anche alla mente, anche se non sono una persona molto spirituale. Mi piace quello dinamico come il  vinyasa perché per me è bellezza, armonia ed equilibrio.

Seguo tante ragazze e ragazzi su Instagram molto esperti, che praticano da anni e condividono foto e video: mi soffermo spesso su queste immagini di movimenti puliti, delicati, quasi di danza. In alcuni casi, poi, i contesti sono la ciliegina sulla torta: spiagge, atmosfere esotiche, giungle, natura, luoghi lontani che fanno bene agli occhi e al cuore.  A Milano, nel bellissimo centro City Zen, pratico un po’ di tutto, da Hot Yoga con Deborah Gheller a Vinyasa con Lucrezia Montrone e Ilaria Bedogni. Mi piace molto anche Carlotta Redaelli che ho seguito un paio di volte la domenica.

Se per me yoga è bellezza, abbinarlo alla musica, alla bella musica, penso sia la fine del mondo. Di solito le lezioni di yoga avvengono con musiche indianeggianti, meditative, a volte classiche. Io mi sto dilettando a fare dei video dei miei momenti di pratica e aggiungere, in post-produzione, le canzoni che amo di più, quasi tutte pop, da Hozier a David Bowie.

Qui provo la posizione della “mezzaluna”, anche se il mio equilibrio non è dei migliori. Poi il chaturanga e il cane a testa in giù. Mi sembra riuscita la combinazione di questa sequenza con  Take Me To Church di Hozier, che trovo meravigliosa. Ed è anche una bella giornata di sole, la luce è perfetta.

Qui sotto ho  fatto la sequenza del Saluto al Sole con The Power Of Love di Frankie Goes to Hollywood. Sono sempre nella palestra del mio condominio, nel soppalco, che ha una bella finestrona che dà sulla strada. Peccato che la luce sia leggermente diversa da quella del video precedente.

Stavo per tornare in casa, mi ero messa gli stivali, ma ho  voluto fare un ultimo Saluto al sole con Virabhadrasana 3, ossia il Guerriero numero Tre. Beh, avere gli stivali è stato di notevole aiuto perché questa asana non è facilissima per l’equilibrio in quanto si sta su una sola gamba, si porta dietro l’altra in posizione perpendicolare rispetto al terreno e si sta (o dovrebbe stare) in equilibrio. Rivedendo il video, alla fine ho messo Imagine di John Lennon, per me la canzone più bella della storia. E ci sta come il cacio sui maccheroni. O no?

Condividi

No comments yet

Leave a Reply