Pagella dei famosi: Davide Maggio, l’Allieva e la vendetta della Ventura

13 Lug

La Pagella dei famosi, la mia rubrica settimanale su Libero di oggi.

10) Le minestre riscaldate. Non sono mai consigliate, in amore, ma se si chiama Marco Borriello non è poi così sgradevole. La riscaldatrice in questione è Belen Rodriguez, che dopo anni, fidanzati, figli e mariti sarebbe tornata tra le braccia rassicuranti del suo vero, primo amore.
9) La saga letteraria di Alice Allevi, l’aspirante medico legale nei romanzi scritti da Alessia Gazzola. Libri romantici e spassosi che Raiuno trasformera in una fiction. Azzeccati i protagonisti: Alessandra Mastronardi nei panni dell’Allieva, Lino Guanciale in quelli del suo  capo.

MastronardiGuanciale
8) Il blogger Davide Maggio è diventato produttore televisivo. Per Real Time ha realizzato La Quinceañera, programma dedicato alle feste sciroccate delle quindicenni latino americane in Italia. Nonostante questo scatto sociale, qualcuno a Mediaset gli ha domandato se gli servisse la “navetta” per andare a Cologno Monzese. Oltraggio.
7) Il video di Up&Up del Coldplay. Forse il più bello della storia.

6) Simona Ventura. A conti fatti la sua partecipazione all’Isola ha pagato: la conduttrice torna alla grande, in prima serata su Italia 1, a Mamma Mediaset dal prossimo autunno.
5) Laura Boldrini. Vittorio Sgarbi la massacra su Facebook. Contesta la sua idea di istituire una “Commissione contro l’odio”. Si chiede Sgarbi, sarcastico: perché odiare mafiosi, assassini e delinquenti? Cerchiamo di capire le loro ragioni!”.

boldrini
4) Fabio Caressa e Beppe Bergomi sono finiti, secondo Aldo Grasso. «Le telecronache di Caressa e Bergomi sono giunte al capolinea».
3) La vignetta di pessimo gusto di Vauro su Matteo Salvini. Sii vede il leader della Lega insanguinato. Titolo: “Sono loro che ci fanno diventare razzisti”. Svolgimento, Salvini afferma: “Non vogliono farsi ammazzare a casa loro…e pretendono che li ammazziamo a casa nostra”.
2) Il nipote di Gina Lollobrigida. La zia attrice lo ha sfrattato. Insieme alla madre dovrà lasciare la dependance della villa sull’Appia Antica della “Bersagliera”. Dietro alla decisione, screzi familiari.
1) Il fratello di Amedeo, il presunto assassino del nigeriano di Fermo: “Mio fratello tira le noccioline quando vede un negro, ma lo fa per scherzare perché è un allegrone”. E ancora: “Ha avuto una vita difficile e a 39 anni non può più andare allo stadio: è diffidato”. Un festival di neuroni.

Condividi

No comments yet

Leave a Reply