La Pagella dei famosi: Silvio, Nina Moric e la Domenica Inps di Baudo

5 Ott

La Pagella dei famosi oggi su Libero.

10) Di incoraggiamento, a Silvio Berlusconi. Poche ore dopo il suo ottantesimo compleanno, il Cavaliere è volato a New York per una visita medica al cuore ancora pazzerello.
9) La lettera di Toni Capuozzo a Silvio Berlusconi. Quindici minuti di servizio in tv in cui il giornalista ringrazia il fondatore di Mediaset per il suo lavoro. Strani, ma toccanti ed esteticamente bellissimi.
8) Lino Guanciale, protagonista della fiction l’Allieva su Raiuno. L’attore è brillante, talentuoso e bello. Da solo, o quasi, regge l’intera serie nei panni del medico legale Claudio Conforti.
7) La Sostanza del male, libro d’esordio di Luca D’Andrea (Einaudi): un thriller ambientato sulle Dolomiti, 450 pagine scritte divinamente.
6) Cafè Society, l’ultimo film di Woody Allen. Non tra i migliori del regista americano, ma fotografia ottima, attori bravi e buone battute: «È un peccato che la religione ebraica non abbia un aldilà. Avrebbe molti più clienti».

wasp2015_day_14-0220.CR2

5) La Domenica in di Pippo Baudo. Anzianotta, un po’ soporifera, e infatti ribattezzata Domenica Inps, però educata e rassicurante. Un’oasi di sobrietà in un deserto di trash.
4) Lindsay Lohan. L’attrice americana perde mezza falange dell’anulare in un incidente in barca. E’ lei stessa che ne dà notizia, mostrando la mano bendata sui social.

dito_lohan
3) Giancarlo Magalli, gaffe funerea. Durante il programma I fatti vostri, in onda all’ora di pranzo su Raidue, il popolare conduttore ha fatto la solita telefonata a sorpresa a casa di un telespettatore che, in caso di risposta, riceve un premio. «Pronto, parlo con la signora Anna?». «No, Anna è deceduta», è stata la risposta.
2) Pierluigi Bersani sbertucciato persino da Nina Moric su Twitter. «Nel giorno di Silvio 80 io voglio fare gli auguri a Bersani che ne compie 65», scrive la croata, «Questa cosa che manco oggi se lo caga nessuno deve finire».
1) La decisione del Grande Fratello di cacciare Clemente Russo per le frasi omofobe e misogine e non Stefano Bettarini, che ha spiattellato davanti a tutta l’Italia le corna che ha fatto alla Ventura. Con cui ha fatto due figli che probabilmente a casa avranno visto il grottesco spettacolo.

Condividi

No comments yet

Leave a Reply