Lele Mora, Signorini, e i macigni dalle babbucce

22 Set

Da www.liberoquotidiano.it.

Lele Mora contro Alfonso Signorini, secondo round. E’ Striscia la notizia, stavolta, che offre il megafono a un attacco ai danni del direttore di Chi, rivista Mondadori. Dopo l’intervista a Selvaggia Lucarelli al Fatto Quotidiano, Lele Mora, raggiunto da Striscia per il Tapiro, si toglie altri sassolini dalle babbucce. “Perché Alfonso Signorini pennivendolo?”, gli chiede Valerio Staffelli. “Signorini deve un po’ a me il suo successo”, risponde Mora, “quando ero un vero agente (ora ho 60 anni e sono un pensionato, ex detenuto) io l’ho aiutato molto dandogli gli scoop più importanti. Avevo personaggi buoni allora, ma lui ha fatto finta di dimenticarsi di me. Non mi ha scritto neppure una riga in carcere”.

Si parla di una presunta registrazione che danneggerebbe Signorini: “Quella ce l’ho io. Io ho detto a un suo collaboratore di dare questa esclusiva di Carmen Russo che era incinta, loro dovevano dare a lei 5000 euro. Poi questo che ha venduto l’esclusiva, che fa parte di una società “aum aum”, è andato a capire perché (Signorini ndr) non voleva più pagare. Era perché io avevo aiutato Carmen, chiamando la signora Silvia Toffanin, ad andare a Verissimo. È andata a Verissimo e allora Signorini ha detto che io prendo i soldi suoi della Mondadori, che aveva l’esclusiva lui e che io non potevo mandare la signora Russo in trasmissione. Io l’ho mandata invece. Ne ha dette di tutti i colori su di me, ma c’era chi ha registrato. Quando me l’hanno fatto sentire, ho spinto un bottone e registrato anche io, ho pensato che non si sa mai nella vita, poteva sempre essere utile”.

TAPIRO_LELE MORA

“Quindi questa registrazione conterrebbe quello che Signorini pensa della signora Toffanin?”, ha chiesto Staffelli. “Sì”, ha detto Lele. “Ma non è che è proprio per questa registrazione che il signor Pier Silvio Berlusconi ha fatto saltare la poltrona di Signorini al Grande Fratello?”, ha allora incalzato l’inviato di Striscia (adesso come opinionisti ci sono Claudio Amendola e Cristiano Malgioglio, ndr). “Guardi non lo so. Se dico tutto di Signorini dobbiamo stare qui fino a domani, lasciamo stare”, ha continuato Mora. “Quando avrò finito il mio affidamento, dirò di tutto e di più, magari vengo a fare una puntata di Striscia e vi racconto un po’ di cose. Poi mi denunciano e io porto la registrazione in tribunale, però loro rischiano il posto di lavoro, è pesante”.

Gli avvocati delle diverse persone tirate in ballo da Lele Mora, da quanto si apprende, sono già al lavoro…

Condividi

No comments yet

Leave a Reply