La Pagella dei famosi: Keith Haring, gli Oscar e Giancarlo Magalli

1 Mar

La Pagella dei famosi oggi su Libero.
10) Keith Haring in mostra a Milano, 10.615 visitatori nella prima settimana di apertura. Palazzo Reale offre una galleria di opere, alcune delle quali inedite, dell’artista americano morto a 32 anni a New York di Aids. Una mostra straordinaria.
haring2
9) La nuova stagione di Homeland, la sesta. La serie tv sul terrorismo, dopo diverse annate in cui si andava ossessivamente a caccia di fanatici, cambia prospettiva e mostra un’atteggiamento più morbido nei confronti dei musulmani. «Dopo l’11 settembre sono tutti impazziti», dice la protagonista, l’agente della Cia Carrie Mathison. Purtroppo la scarsa prudenza si paga.
9) bis Il ritorno di Montalbano. Oltre dieci milioni di telespettatori e il 40 per cento di share. La fiction di Raiuno unisce intere generazioni davanti al piccolo schermo.
8) Enrico Lucci show durante TvTalk. L’ex Iena riesce sempre ad alleggerire e a sdrammatizzare anche i momenti più seri. Un fuoriclasse.
7) Giancarlo Magalli a Mezzogiorno in famiglia parla della scoperta dei sette pianeti simili alla Terra scoperti dalla Nasa. «Purtroppo però lassù non c’è vita, nemmeno al sabato sera», scherza.
Giancarlo-Magalli
6) Matteo Renzi. E’ stato gentile a invitare Fabio Fazio a Che tempo che fa.
5) Giuliana De Sio versione sadomaso a Ballando con le stelle. Tutina traforata, top di finta pelle nera e gonna uguale. Un po’ troppo: le mancavano solo il frustino e il gatto a nove code…
4) Povero George Clooney. «Quando hanno eletto Donald Trump ero così depresso che ho passato un mese senza guardare la tv», dice a Chi.
3) Fuocoammare, dell’italiano Francesco Rosi, ha perso agli Oscar nella categoria “documentario” contro OJ Simpson Made in America, opera della durata di sette ore e 47 minuti.
2) Romano Prodi. Una studentessa all’Università di Bologna lo contesta pubblicamente: “Ha svenduto l’Italia, riconosca i suoi errori». Lui ci resta di sasso.
1) Il pasticciaccio della busta sbagliata durante la notte degli Oscar. Una gaffe che non farebbero nemmeno ad Agon Channel.
Condividi

No comments yet

Leave a Reply