Festival del Non Giornalismo: Tremenza vince a man bassa / Gallery

3 Lug

In epoca di fake news, bufalacce,  e giornalisti licenziati, Trump e Cnn, e boldrinate varie, quale migliore medaglia al petto per un’amante della verità come me del Premio per la Non Giornalista dell’anno? Nessuno.

A colpi di sondaggi fantasiosi come “Vi stupirebbe sapere che Donald Trump  è cornuto?” e interviste a Paolo Brosio in cui racconta  di aver scoperto la Madonna durante un’orgia a Torino, ammetto di essermi data parecchio da fare per mettere le mani sull’ambito riconoscimento, consegnato durante la seconda (gloriosa) edizione del Festival del Non Giornalismo, organizzato dai colleghi di Milano Finanza Andrea Montanari e Marcello Bussi dopo i fasti dell’omonimo gruppo di Facebook che conta 1165 iscritti e che condivide il peggio (ossia il meglio) del giornalismo italiano e internazionale.

nonUNo

Dopo un’edizione 2016 sotto la pioggia, alla Triennale di Milano, domenica scorsa il sole baciava i belli, cioè noi, all’Edicola 2.0 di Corso Garibaldi, affollatissima di cronisti, anziani di passaggio e curiosi per la premiazione in pompa magna delle tre categorie. Il Giovane non giornalista dell’anno è stato incoronato Mattia Sorbi della Tv Russa, vero mattatore della serata. Il premio alla Non Carriera è andato a Filippo Cartosio. Un certaine markette, riconoscimento ambitissimo che fa il verso a quello di Cannes, quelle cose che fanno andare avanti l’economia e il nostro mestiere, è andato al fortunello Giacomo Nicolella Maschietti.

trio

trio3

Io, modestamente, sono stata votata dalla pregiata giuria Non Giornalista dell’anno, battendo gli stimatissimi colleghi Charlotte Matteini e Fabio Savelli, aggiudicandomi il riconoscimento che nella prima edizione fu consegnato nelle mani di Alberto Dandolo, e ho detto tutto, ma ho giurato, e intendo mantenere la promessa: resterò umile. Spero che questo sia il primo di una lunga serie, come Albano a Sanremo e Meryl Streep agli Oscar.

Ecco una Non Gallery dell’evento milanese.

Con Enrico Fedocci, fotografati da Davide Re (con ditone)

non2
Fedocci bello tra le donne.
non3
Durante la mia premiazione, con Andrea Montanari e Marcello Bussi (grazie a Edoardo Cavadini per la foto).
non4
All’inizio dei lavori, all’Edicola 2.0.
non5
Gli organizzatori con Elisa Scheffler.
non6
Il favoloso gruppo dei premiati.
non7
Bagordi e fiumi di alcol fino a notte fonda al giapponese di via Solferino.
trio2
Cosa ho vinto? Una pregiata bottiglia di whiskey cinese, un libro di Aldo Biscardi, un mazzo di fiori e una penna con cui posso scrivere i miei futuri NON appunti.
Condividi

No comments yet

Leave a Reply