Cose che capitano solo a me

2 Ott

Vi racconto questo curioso episodio che potremmo chiamarlo “il giallo del portafogli”.

Sabato sera vado a letto prestissimo, tra l’altro con Tachipirina in corpo perché avevo tolto un neo la mattina, avevo la sveglia alle 7 del mattino, insomma a mezzanotte dormivo sonni tranquilli. Sento il citofono. Una volta, due. Mi alzo e vedo un ragazzo. “Ha sbagliato”, gli dico. “No, ho il suo portafogli”, mi risponde. Io non capisco nulla. Il sonno, lo stupore. “Come?”. “Sì ho il suo portafogli lo ha perso in garage”.
Guardo nella borsetta ed effettivamente mancava.

Ma mi domando: come fa a sapere il numero del mio citofono, il nome non c’è scritto, e lo sanno in 4. “Non capisco”, gli dico. “Sì, io sono nella scala B, lei C, a che piano è?”. Inizio a temere per la mia incolumità (di questi tempi…).
Panico. Non glielo dico. Accendo il cellulare e vedo che mi aveva chiamato un numero. Era lui. Lo richiamo e ci parliamo dal cellulare. Intanto sento i passi. Era salito al sesto piano senza che io gli avessi detto il piano. Sarò paranoica, lui è stato sicuramente molto gentile, ma io a uno sconosciuto a mezzanotte non apro. Allora ci parliamo dal cellulare con la porta in mezzo chiusa. “Scusi eh, domani la chiamo e la ringrazio meglio, ma adesso sono un po’ spaventata”. Lui: “La porta qual è?”. Tentenno. 


Mi spiega che è un mio vicino di casa e abbiamo il garage adiacente, che il mio cellulare e il numero di citofono li aveva chiesti al portinaio Giulio, ma io resto sempre un po’ frastornata, sarà stato il sonno. Mi dice anche che lui è quello con il “cane piccolino”, ma io giuro di non averlo mai visto. “Quella in mezzo”, gli dico. E lui lascia il portafogli al centro e se ne va.
Dopo mezz’ora (come avrete capito sono cauta) apro la porta e prendo l’oggetto. Tutto bene quel che finisce bene. Mi ha trovato il portafogli e non so nemmeno il suo nome. Ho il numero e tra poco lo chiamo per ringraziare ancora.
Ma la cosa assurda è un’altra. Dopo una notte quasi insonne, post spavento, stamattina sono andata all’evento di corsa e yoga Wanderlaut e sono sicura al 99.9 per cento di averlo visto, tra gli organizzatori.

Anche perché ho salvato il numero e dalla foto mi sembra proprio il mio vicino di casa. Il salvatore del portafogli. Dopo lo chiamo e glielo chiedo.
Comunque sono ancora incredula 

Condividi

No comments yet

Leave a Reply