Carlo Cracco diventa un magazine

5 Giu

L’editoria è in crisi? Arrivano i giornali “monotematici”. Evidentemente è stato scoperto un filone che tira: le riviste dedicate a un solo personaggio forte. Dopo Il mio Papa sul Pontefice Bergoglio e B., il mensile sul meraviglioso mondo di “Milf Pomeriggio” Barbara d’Urso, editi rispettivamente da Mondadori e Panini, starebbe per nascere un nuovo progetto che vede come figura centrale un soggetto super appetibile e appetitoso: Carlo Cracco.

cracco-cover

Proprio Mondadori starebbe studiando Cracco, una magazine interamente dedicato al sex symbolo del soffritto, il giudice di MasterChef Italia e protagonista di Hell’s Kitchen. Ricette, curiosità, consigli del Gordon Ramsey italiano che ha lanciato a Milano il nuovo ristorante La segheria, sforna libri e tornerà al timone del talent show di Sky nella quarta edizione, la cui registrazione prende il via tra pochi giorni.

carlo-cracco-gq-default

L’idea è effettivamente geniale: la forza del personaggio, le groupie invasate tutta Italia, i fan delle trasmissioni e la moda (o mania) per il food potrebbero portare Cracco a buone vendite e raccolta pubblicitaria. Voi lo comprereste? O preferireste un magazine sullo chef Cannavacciuolo?

Condividi

2 Responses to “Carlo Cracco diventa un magazine”

  1. lovvoRyan giugno 5, 2014 at 3:35 pm #

    gli chef sono tutti odiosi e anche Cannavacciuolo non scherza!

    • alessandramenzani giugno 5, 2014 at 5:05 pm #

      Come ti do ragione caro Lovvo.

Leave a Reply