Bettarini, Ventura e Russo: scandalo al Grande Fratello vip, cosa meritano quei due

2 Ott

La gravità di quello che è successo al Grande Fratello Vip l’avevo capita dopo dieci minuti, venerdì scorso. Non si tratta della solita polemicuccia, del solito friariello o di peti incontrollati, ma di un  fatto che coinvolge famiglie, matrimoni, figli.

Alcuni giorni fa, in pochi attimi, nella casa del Gf Vip sono stati fatti nomi e cognomi di corna, amanti, tresche, tradimenti che hanno toccato almeno una mezza dozzina di famiglie. Sembrava di essere in una cena in provincia, dove tutti conoscono tutti, dove si parlano dei peccatori e dei peccati, senza cognizione del concetto di privacy.

Ovviamente l’Iceberg, il fatto più grave, è stato il colloquio tra il pugile per mancanza di neuroni Clemente Russo e il premio Nobel per la Fisica Stefano Bettarini, che si è vantato di aver fatto le corna alla Ventura, quando erano sposati, e di non essere quasi mai stato sgamato, cosa invece capitata a Simona che, quando ha tradito Bettarini con l’ex produttore dell’Isola Giorgio Gori (anche qui, una moglie e tre figli a casa che guardano) è stata incautamente smascherata. E per questo, secondo l’acuto Clemente Russo, andrebbe lasciata lì “morta” ammazzata.

 

Simona Ventura – giustamente – ha denunciato l’accaduto e Clemente Russo e non ha risparmiato il Grande Fratello Vip, colpevole di non aver oscurato le telecamere di fronte alle offese alla sua famiglia. Purtroppo Simona dimentica che, al contrario dell’Isola, nella casa del Gf Vip, che lei doveva condurre, le telecamere lavorano 24 ore su 24 e che il reality è anche questo; poi, diciamolo, non è che Bettarini e Russo siano stati invitati per tenere lezioni di storia e letteratura, al massimo sono abili a  mostrare la dimensione dei loro muscoli e quella, inconsistente, del loro cervello.

 

Tante le reazioni. Dopo 48 ore dall’accaduto c’è chi, come Domenico Naso del Fatto Quotidiano, propone l’eliminazione di questi due “diversamente intelligenti”, cosa che peraltro avrebbe meritato Russo dopo aver definito “friarello” (ovvero ricchione, lo diciamo per farci capire) l’effervescente Bosco.

Io non sono d’accordo. Primo, perché eliminandoli si accenderebbe una luce su di loro, riceverebbero attenzioni, telecamere, copertine e puntate dei talk show, e quindi più popolarità. Secondo, perché dovrebbero rimandare in onda le scene contestate, e questa per le “vittime” sarebbe una ulteriore diffamazione. Terzo, perché non c’è nulla di più efficace di una sana e irrazionale gogna pubblica. Il telespettatore, dotato di televoto, non è scemo e caccerebbe questi due soggetti nel giro di un quarto d’ora.

Oppure no? E se fossi troppo, inguaribilmente ottimista? In fondo il Grande Fratello Vip, benché non brilli per ascolti, è ancora seguito da uno zoccolo duro, il che la dice lunga sul senso del bello degli italiani.

Questione morale a parte, mi incuriosiscono molto i risvolti della faccenda in casa Mediaset. Dopotutto Simona Ventura, adesso, fa parte del gruppo di Cologno. Come la tuteleranno? La tuteleranno davvero, poi? Barbara d’Urso, che non è amica di Simona e non stima neppure Bettarini, darà spazio al fattaccio nei suoi programmi? E Federica Panicucci, sempre molto sensibile alle questioni di corna e privacy, cavalcherà la polemica?

Occhi aperti.

 

 

Condividi

No comments yet

Leave a Reply